Mangiare fuoriporta. 9 trattorie da provare nei dintorni di Roma

The short URL of the present article is: https://myspecialfood.com/59xSj

Mangiare fuoriporta. 9 trattorie da provare nei dintorni di Roma

Trattorie fuoriporta Roma

Trattorie fuoriporta Roma

Primavera per i romani è sinonimo di pranzi all’aria aperta, pic nic e scampagnate. Ma in campagna ci sono anche tante trattorie classiche da provare, tavole ispirate alle ricette della tradizione che propongono una cucina di territorio.

Trattorie fuoriporta a Roma

La scelta è ampia: dai Castelli, con le loro fraschette e osterie rimaste ferme nel tempo, alla zona dei Monti Prenestini che comprende i comuni di Zagarolo, Palestrina e San Cesareo. Qui, abbiamo radunato le trattorie migliori secondo la nostra guida Ristoranti d’Italia 2019, quelle raggiungibili in meno di un’ora dalla città.

Le migliori trattorie fuoriporta a Roma

La Muracciola
La Muracciola

La Muracciola
Una cucina schietta e sincera, in cui protagoniste sono le materie prime locali, dalla carne alla pasta fresca artigianale (quella di Meraviglie in Pasta). Si sceglie tra pappardelle al sugo di lepre e paccheri con porcini, gorgonzola e noci, filetto al tartufo o baccalà alla romana, e si conclude tiramisù e sbriciolate fatte in casa.

La Muracciola – Palestrina (RM) – via Casale S. Antonio, 3 – www.lamuracciola.it

Taberna Palestrina
Taberna Palestrina

Taberna Palestrina
Indirizzo ideale per gli amanti della birra, che qui possono fare affidamento su una buona selezione di etichette, da accompagnare a piatti della tradizione. Orecchiette con crudité di zucchine, pomodori e origano, saltimbocca di pollo con timballo di bieta e cheesecake sono solo alcune delle specialità da provare.

Taberna Palestrina – Palestrina (RM) – v.lo Duomo, 49 – www.taberna-palestrina.it

Maydeli
Maydeli

Maydeli
Spazio polifunzionale e dagli arredi contemporanei, con un menu moderno e in grado di soddisfare ogni esigenza a qualsiasi ora. Nell’ambiente accogliente e familiare c’è la possibilità di sostare per un aperitivo, magari ai tavolini all’aperto, oppure fermarsi per una pausa pranzo golosa, che si articola in insalate miste (da provare la Caesar Salad), tagliate di carne e pizze ben lievitate.

Maydeli – San Cesareo (RM) – via Casilina, 450 – www.maydeli.it

Pietrino e Renata
Pietrino e Renata

Pietrino e Renata
Quasi mezzo secolo di storia e non sentirlo: da Pietrino e Renata è ancora possibile assaporare i gusti autentici di una volta, come quelli dei ramoracci, la pianta spontanea da cui derivano i ravanelli e dal sapore delicato di rafano, proposti in zuppa, oppure il castrato che va a condire gli strozzapreti o ancora le cotiche con i fagioli. Non mancano, poi, ricette più contemporanee, frutto dell’ingresso della nuova generazione.

Pietrino e Renata – Genzano di Roma (RM) – via Gen. R. Lordi, 70 – www.pietroerenata.com

L'Oste della Bon'ora
L’Oste della Bon’ora

L’Oste della Bon’Ora
Massimo e Maria Luisa hanno saputo conservare l’identità del territorio, pur re-interpretando in maniera originale i prodotti locali. Quattro i menu disponibili, in cui girano a richiesta i fondamentali della tavola romana (gricia, carbonara, baccalà, carciofo), ma la selezione delle materie prime va ben oltre il Lazio, radunando le specialità più gustose di ogni regione.

L’Oste della Bon’Ora – Grottaferrata (RM) – v.le Vittorio Veneto, 133 – www.lostedellabonora.it

Taverna Mari
Taverna Mari

Taverna Mari
Insegna sicura, di quelle che non riservano mai cattive sorprese, a cominciare dal servizio sempre attento e cordiale, l’atmosfera retrò e familiare, per finire con la cucina solida incentrata sui grandi classici della gastronomia laziale. Ci sono i percorsi di degustazione ma anche altri spunti dalla carta, tutti realizzati a partire da ingredienti selezionati in zona con rigore e competenza.

Taverna Mari – Grottaferrata (RM) – via Piave, 29 – www.tavernamari.it

Iotto
Iotto

Iotto
La casa di Marco Pasquali e sua moglie Ines non cambia stile né rotta: all’insegna della semplicità, tra cannelloni, salsicce con i broccoli e fritti misti, il duo offre da sempre una cucina stagionale sfiziosa che non passa mai di moda, da abbinare a una buona selezione di vini.

Iotto – Campagnano di Roma (RM) – c.so Vittorio Emanuele, 96 – www.facebook.com/OsteriaIotto

Osteria del Borgo
Osteria del Borgo

Osteria del Borgo
Autentico gioiello che resiste alle mode: caldo, accogliente, rustico ma curato nei dettagli, Osteria del Borgo è un locale che sa trasmettere al primo colpo d’occhio genuinità e attenzione, tra salumi in bella vista e un’ottima selezione di oli. Via libera a fettuccine con asparagi selvatici, castrato, e carni con verdure ripassate in padella, per poi concludere con i dolci classici e ben eseguiti.

Osteria del Borgo – Cesano (RM) – via Borgo di Sopra, 21 – www.osteriadelborgocesdano.com

La Botte di Ferro
La Botte di Ferro

Benito al Bosco
Altra cucina atipica per la zona è quella di Benito al Bosco, che a Velletri si destreggia fra un’interessante offerta ittica (crostacei, dentice e molto altro) e i prodotti del territorio, funghi e tartufi in primis, paste fatte a mano e qualche piatto di carne. Nota di merito per la cantina ben fornita e il dehors ampio e piacevole che completa il quadro.

Benito al Bosco – Velletri (RM) – via Morice, 96 – www.benitoalbosco.com

a cura di Michela Becchi

Source: Mangiare fuoriporta. 9 trattorie da provare nei dintorni di Roma

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.