Olio extravergine d’oliva della Campania. Il migliore e dove reperirlo

The short URL of the present article is: https://myspecialfood.com/JwgFw

Olio extravergine d’oliva della Campania. Il migliore e dove reperirlo

olio campania

olio campania

Una contrazione della produzione non indifferente (si parla di circa il 50% in meno), come sempre frutto delle avversità climatiche che abbiamo già avuto modo di constatare nel caso di altre regioni come la Toscana o l’Abruzzo. Gelate tardive, raffiche di vento che hanno determinato la cascola (caduta precoce) dei frutti prima della raccolta: in più, quella appena passata è stata un’annata di scarica nel normale ciclo delle piante.

L’olio in Campania

Insomma, le temperature hanno penalizzato diverse zone, specialmente le province di Avellino e Benevento, mentre gli attacchi parassitari hanno messo in crisi le produzioni a Napoli e Caserta, ma tutto questo non ha fermato i produttori più preparati, che sono riusciti a portare a casa ottimi risultati. A distinguersi, in particolare, è stata la zona del Salernitano, che conta ben due Dop, Cilento e Colline Salernitane, ma non sono mancati oli eccellenti anche in altri territori.

Le aziende olivicole migliori della Campania

Ecco quali sono le aziende che si sono aggiudicate un premio speciale nella nostra guida Oli d’Italia 2019, per la prima volta in edizione bilingue.

Oleificio Fam, miglior rapporto qualità/prezzo

Nata nel 1998, Fam è un punto di riferimento per l’olio buono in Campania: i fratelli Tranfaglia sono da sempre impegnati in una produzione di qualità, e lavorano con cura le loro olive provenienti dalle 2500 piante di proprietà distribuite su 11 ettari di terreno. Oltre ad altri frutti selezionati in zona.

Gli oli di Oleificio Fam

In particolare, è l’Intenso a distinguersi per l’ottimo rapporto qualità/prezzo: un olio dal profilo elegante e complesso, giocato sulle note di pomodoro e carciofo, rucola e pepe, avvolte da piacevoli nuance balsamiche. Non delude poi la Dop Irpinia Colline Dell’Ufita Monocultivar di Ravece, in cui troviamo di nuovo sensazioni di rucola e pomodoro, accompagnate da note di mela e mandorla. Senza dimenticare il Monocultivar Ravece, un bell’extravergine verde e persistente dai sentori erbacei e definiti da una spiccata nota di rucola.

San Salvatore 1988, la scelta del biologico

Premio per il miglior olio biologico va a una delle etichette presentate da Giuseppe Pagano, patron dell’Hotel Savoy Beach a Paestum e titolare dell’azienda San Salvatore 1988, specializzata nella produzione di vini, miele, legumi, mozzarella di bufala e olio. Nel Parco Nazionale del Cilento, la tenuta di 15 ettari comprende 2800 piante di ulivo, per una produzione che raggiunge i 40 quintali.

Gli oli di San Salvatore 1988

L’Olio extravergine di oliva bio è un fruttato intenso piuttosto vegetale, caratterizzato da profumi che ricordano il carciofo e la rucola, ma anche da note di frutta secca come noce e mandorla. Un extravergine verde ed equilibrato, dal gusto persistente.

Torretta
Torretta

Torretta, la migliore Dop

Maria Provenza è una delle produttrici più capaci e appassionate della sua regione. Si tratta di una realtà arrivata oggi alla quarta generazione con una cinquantina di anni di esperienza alle spalle. L’oliveto si sviluppa su 45 ettari con 20mila piante, e le drupe vengono lavorate in un frantoio moderno e all’avanguardia, fra i migliori del territorio.

Gli oli di Torretta

A conquistare il premio è la Rea Dop Colline Salernitane, con il suo fruttato medio dalle sensazioni balsamiche, punteggiate da note di erbe aromatiche, pomodoro e un sentore nitido di mela verde. Ma c’è anche Teti, ancora una volta con nuance di pomodoro ed erbe aromatiche, vivacizzato da una sferzata di pepe, verde e persistente.

Nicolangelo Marsicani
Nicolangelo Marsicani

Nicolangelo Marsicani, l’azienda migliore

Riconoscimento Azienda dell’Anno va a Nicolangelo Marsicani, uno dei frantoiani più scrupolosi della Penisola, ma anche un appassionato olivicoltore (qui la storia completa). Nel parco del Cilento, vicino alle coste del golfo di Policastro, la proprietà si estende su 50 ettari di cui 30 olivetati con più di 6.000 piante.

Gli oli di Nicolangelo Marsicani

Tre oli da Tre Foglie (punteggio massimo nella guida Oli d’Italia), uno più buono dell’altro. Mandorla, rucola e pepe introducono al naso il Viride Monocultivar Coratina, fruttato intenso dall’amaro deciso e il piccante leggermente più tenue, mentre l’Alter Ego Monocultivar Picholine si distingue per la nota di caffè verde e tostato, seguita da sentori di erbe aromatiche. L’Algoritmo 2018 Dop Cilento, infine, è un complesso armonico di profumi mediterranei, dal rosmarino agli agrumi, che insieme ai sentori di mandorla, pepe e le note balsamiche compone questo bel fruttato medio verde e persistente, perfettamente bilanciato tra amaro e piccante.

I ristoranti dell’olio

Per assaporare questi e molti altri oli buoni della regione, si può andare da Danì Maison a Ischia, la “casa” di Nino Di Costanzo, un locale dall’ambiente raffinato con un magnifico giardino, dove provare i sapori tipici del territorio lavorati con amore e reinterpretati in ricette moderne e ricercate. Oppure da Oasis Sapori Antichi a Vallesaccarda, in provincia di Avellino, dove pescare da un menu costruito attorno a gusti autentici e netti, puliti ed essenziali, in cui le materie prime locali la fanno da padrone. Ancora, Quattro Passi, riferimento di Nerano, a Massa Lubrense, firmato dalla famiglia Mellino. Un indirizzo di riferimento sia per la qualità dei piatti, fatti di ingredienti di prima scelta abbinati tra loro con gusto, sia per il livello del servizio e l’ospitalità.

Le botteghe dell’olio

Per comprare, invece, a Casagiove, in provincia di Caserta, c’è La Botte, enoteca che offre un’ampia offerta di etichette di varia provenienza, ma che lascia spazio anche ad altri prodotti di nicchia, come l’extravergine. Altro indirizzo da appuntare è Divino in vigna a Napoli, enoteca e wine bar che organizza periodicamente corsi di assaggio e degustazioni, e che propone anche un’interessante selezione di oli campani.

a cura di Michela Becchi

GLI INDIRIZZI

Le aziende

Oleificio Fam – Venticano (AV) – via Ilici, 5 – oliofam.it/

San Salvatore 1988 – Giungano (SA) – via Dioniso, 84050 – sansalvatore1988.it/it/

Torretta – Battipaglia (SA) – via Serroni Alto, 34 – oliotorretta.it/

Nicolangelo Marsicani – Morigerati (SA) – Contrada Croceviale 84030 – marsicani.com/

Dove mangiare

Danì Maison – Ischia (NA) – via Montetignuso, 4 – danimaison.it/it/

Oasis Sapori Antichi – Vallesaccarda (AV) – via Provinciale, 8 – oasis-saporiantichi.it/

Quattro Passi – Massa Lubrense (NA) – via Amerigo Vespucci, 13 N – ristorantequattropassi.it/

Dove acquistare

La Botte – Casagiove (CE) – via Nazionale Appia, 168 – enotecalabotte.it/

Divino in vigna – Napoli – via Sigmund Freud, 33 – divinoinvigna.it/

 

Source: Olio extravergine d’oliva della Campania. Il migliore e dove reperirlo

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.