Pop up d’autore a Venezia: al Lido il Bistrot del Mare di Lionello Cera. Il menu

The short URL of the present article is: https://myspecialfood.com/mRsm0

Pop up d’autore a Venezia: al Lido il Bistrot del Mare di Lionello Cera. Il menu

Carpaccio di orata con acqua di pomodoro su fondo bianco

Carpaccio di orata con acqua di pomodoro su fondo bianco

Mangiare a Venezia. L’Hotel Excelsior Venice Lido

Inaugura il 1 giugno, al Lido di Venezia, il pop up dell’Hotel Excelsior Venice Lido Resort, che scommette sulla cucina d’autore per rinnovare l’offerta gastronomica della sua terrazza affacciata sulla Laguna. E ha il merito di portare a Venezia Lionello Cera, valido interprete del territorio veneto all’Antica Osteria Cera di Campagna Lupia. Il Bistrot del Mare by Cera, sulla Terrazza Tropicana dell’hotel, sarà operativo per tutta l’estate, con proposte di mare e terra ispirate alla tradizione territoriale. Come il risotto di Go (il ghiozzo della laguna) e limone, i bigoli al torchio con succo di sarde in saor, o l’aperitivo a base di cicchetti, abbinati ai cocktail del bar manager Tony Micelotta. L’Hotel Excelsior Venice Lido, del resto, già propone ai suoi ospiti un servizio di ristorazione di qualità – al ristorante Tropicana e con l’approccio più informale dell’Elimar Beach Bar and Restaurant – affidata alle cure dello chef Damiano Brocchini. Mentre la cucina del Bistrot del Mare sarà guidata da Davide Saul Arbib, già in brigata con Cera a Campagna Lupia.

L'hotel Excelsior al Lido di Venezia, visto dall'alto, con la spiaggia

L’obiettivo è quello di offrire ai visitatori del Lido una tavola accessibile pur nel contesto molto ricercato dell’hotel cinque stelle lusso, edificio d’inizio Novecento in stile moresco (ristrutturato di recente) che accoglie ospiti in arrivo da tutto il mondo. Non a caso l’apertura del pop up in terrazza coinciderà con l’inizio della stagione sulla spiaggia dell’hotel.

La terrazza ristorante dell'Hotel Excelsior al Lido di Venezia, di sera

Lionello Cera. Dalla campagna al Lido

La cucina lavorerà con i prodotti della Laguna, di cui l’Antica Osteria Cera si è fatta ambasciatrice: Lionello è figlio di pescatore (e di una cuoca) e col tempo ha saputo trasformare la trattoria di famiglia nella campagna veneziana in un punto di riferimento per chi vuole scoprire il territorio lagunare a tavola. Non a caso, è intitolato alla Laguna il percorso d degustazione più articolato dell’Antica Osteria, dodici piatti tutti dedicati ai pesci di Laguna e dell’Alto Adriatico. E solo di mare – dal soaso alla triglia, alla granseola, a seppie e scorfano – parla il menu di Campagna Lupia (il ristorante, Due Forchette per la guida del Gambero Rosso, è l’unico bistellato in Europa a offrire una carta di solo pesce. Mentre al Lido la proposta di Lionello Cera, pur fortemente caratterizzata dalle pietanze di pesce, cercherà di accontentare tutti i gusti, con una selezione di piatti a base di carne o vegetali.

Risotto con limone e go, Lionello Cera

Bistrot del Mare. Il menu

Dunque, a seguire l’aperitivo con i cicchetti, gli ospiti potranno scegliere, per esempio, tra un brodo freddo di canocchie, vongole, gambero rosa, erbe e verdure di Sant’Erasmo (l’isola è uno degli “orti” più rinomati tra i ristoranti veneziani) e una battuta di fassona con salsa al tartufo nero, o un pomodoro con melanzana e burrata. O ordinare dalla sezione Antipasti caldi, scegliendo una zuppa di pesci e molluschi della Laguna, una Catalana di aragosta o un vitel tonnè alla puttanesca. Si prosegue, dalla carta, con gnocchi di patate con bevarasse, calamaretti e bussolai; risotto di go e limone; tortelli di parmigiano e succo di pomodoro e basilico. E poi il fritto di mare, il pesce in arrivo ogni giorno dal mercato con salsa di cappe lunghe al prezzemolo, l’agnello laccato all’aglio nero e lamponi, l’orto di Sant’Erasmo, che ritorna unico protagonista di una portata principale. Cinque proposte per ogni sezione, per una carta agile e sempre aggiornata secondo disponibilità giornaliera.

Da Filippo La Mantia a Davide Oldani. Cucina d’autore in Laguna

Così la ristorazione veneziana festeggia – seppur a tempo determinato – un nuovo acquisto di peso dopo l’arrivo di Filippo La Mantia, che sull’isola di San Giorgio è approdato all’inizio di aprile per collaborare con la Fondazione Cini. Intanto, Aman Venice continua a promuovere il progetto Palazzo Kitchen Table, calendario di cene a tema avviato all’inizio della primavera in collaborazione con numerosi chef, chiamati a cucinare per dieci commensali nel corso di cene private ospitate nel giardino del palazzo del XVI secolo, non distante dal Canal Grande. Cook the Lagoon, con la Laguna che si conferma protagonista, è il tema delle serate in programma: il 17 giugno sarà la volta di Davide Oldani (già consulente nello sviluppo dell’offerta culinaria di Aman da qualche anno), mentre il 12 luglio toccherà a Michele Nargi, nuovo responsabile della cucina di Aman Venice.

hotelexcelsiorvenezia.com

foto dei piatti di Tobia Berti

Source: Pop up d’autore a Venezia: al Lido il Bistrot del Mare di Lionello Cera. Il menu

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.